Review: La verità, vi spiego, sull’amore

20 luglio 2017 at 09:09 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , )

La verità, vi spiego, sull'amoreLa verità, vi spiego, sull’amore by Enrica Tesio
My rating: 5 of 5 stars

L’ho divorato. Letteralmente divorato in un pomeriggio.

Divertente e allo stesso tempo riflessivo mi ha spiazzato, in senso positivo.
Dora è una mamma, una donna con una carriera, una figlia, una migliore amica…ma è anche una donna che a 35 anni deve affrontare le conseguenze della rottura con Davide, il padre dei suoi figli.
Dora siamo un po’ tutte noi: in ognuna di noi c’è un pezzettino di Dora; anche se non siamo madri, anche se non stiamo affrontando una rottura. Possiamo essere la Dora bambina, quella che si nasconde sotto il grande tavolo dalle zampe di felino e la tovaglia all’uncinetto; quella che litiga con la propria madre, quella che teme il giudizio dei vicini vegani e campioni della differenziata, quella che si lascia travolgere dalla passione, che assume un tato fuori dagli schemi, o semplicemente quella che apre il suo cuore alla propria migliore amica con una semplicità ed onesta che lascia senza fiato nelle ultime pagine del volume.
E incredibile come sia facile immedesimarsi in lei, specchiarsi in queste pagine e ritrovarsi.

Simone rimane il mio personaggio preferito. L’uomo imperfetto, quello che pensi non sia giusto, ma che con tutte le sue imperfezioni è quello che si incastra alla perfezione nelle tue imperfezioni, quello che rende ogni tuo spigolo più morbido; l’uomo che ti ama, così come sei in tutte le tue sfumature.

Voto finale 4 stelline e 1/2

View all my reviews

Annunci

Permalink 1 commento

Review: Primo a morire

18 luglio 2017 at 19:33 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

Primo a morirePrimo a morire by James Patterson
My rating: 3 of 5 stars

Benino…non benissimo.

Mi sono avvicinata a questo libro incuriosita dalla serie che ha ispirato e che ho rivisto da poco (serie che da subito mi è piaciuta ma che purtroppo come spesso accade non è poi stata rinnovata). Come accade sovente, per motivi televisivi, le trame e i personaggi subiscono dei cambiamenti per risultare più immediati sullo schermo rispetto ai libri da cui sono ispirati (e solitamente questi cambiamenti fanno storcere il naso agli affezionati lettori) …tuttavia in questo caso non sono convinta che i personaggi migliori siano nel libro.
Il detective Lindsey Boxer mi sembra molto meno incisivo e determinato nell’opera scritta rispetto al personaggio televisivo, coinvolge molto meno chi legge delle sue indagini e anche tutti coloro che le orbitano attorno sembrano una versione “slavata” rispetto alla serie tv.
Probabilmente, essendo l’opera una serie composta da molti libri ed essendo i personaggi poco introdotti in questo volume (se non in piccole occasioni) la mia impressione sarà sicuramente provvisoria e cambierà presto; ma ho trovato tutto il volume poco approfondito rispetto ad altri romanzi gialli/thriller. Non se se il volersi sbottonare poco, introducendo in modo sbrigativo i personaggi, sia una scelta voluta dall’autore in modo da invogliare il lettore a proseguire con le avventure del “Women’s Murder club”, ma nel mio caso ha smorzato notevolmente l’interesse.
Il finale l’ho trovato molto prevedibile e forse un tantino forzato.

Sicuramente prenderò in mano il volume successivo della serie per capire se ci sarà la lettura da parte mia dell’intera saga o se il mio interesse andrà a morire insieme alla fine del secondo volume.

Voto finale 2 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Review: La casa di Ade

2 luglio 2017 at 17:27 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , , )

La casa di AdeLa casa di Ade by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

Nico rimane di gran lunga il mio personaggio preferito in questa saga, forse perché nel gruppo dei semidei è quello meno “prevedibile” e meno estroverso, la cui storia ci viene svelata a piccoli bocconi al contrario degli altri di cui ormai sappiamo gran parte e di cui conosciamo i meccanismi decisionali e caratteriali. Nico, proprio come il suo personaggio, ci rimane celato…e questo alone di mistero lo rende ancora più affascinante.
Anche in questo volume, come nei precedenti, il gruppetto si trova a dover affrontare ardue prove personali per il bene comune nella speranza di porre fine al piano di Gea; troviamo Hazael decisamente più matura conscia dei suoi poteri, così come Piper che scopre non solo di essere furba e reattiva nel momento del bisogno, ma di poter contare, oltre alla lingua ammaliatrice su ben altre capacità. Jason inizia a far luce sulla sua confusione interiore tra l’essere romano e il desiderio di condividere con Piper la routine del campo mezzosangue, Frank scopre finalmente la sua vera natura rimasta assopita fino al libro precedente e Leo subisce quella trasformazione necessaria, spinto dall’incontro con Calipso, per porlo sotto una nuova luce e renderlo forse meno infantile agli occhi del lettore.

La parte che ho apprezzato di più e che mi ha veramente colpita e stata la parte finale del viaggio di Annabeth e Percy nel Tartaro, il loro legame con Bob che fino all’ultimo mi ha fatto pensare ad una trappola. Il riscatto di Bob e Dasameno che hanno deciso di ribellarsi al loro “destino” e scegliere il proprio futuro aiutando i due semidei nel tartaro mi ha veramente spiazzato e fatto versare qualche lacrima di tristezza.

Voto finale 3 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Dei ritorni dal profumo d’estate

7 giugno 2017 at 11:31 (Foto, i regali di Madre Natura, Mely, Pensieri & Poesie, Personale) (, , , )

Ho lasciato a se stesso questo povero blog; non aggiornandolo, lasciando che la patina del tempo si posasse sui vecchi post, che le ragnatele ne facessero il loro parco giochi…un po’ come è successo a me stessa in questo periodo. Mi sono trascinata in questi mesi, in balia dei giorni che passavano senza un tempo preciso, persa nei miei pensieri. Il freddo e magnifico inverno ha lasciato il posto ad una calda ed insopportabile primavera che ben presto ha deciso di ribellarsi alla sua natura trasformandosi in un’estate anticipata per poi pentirsi e far pentire chi aveva già fatto il cambio stagione dell’armadio regredendo ad una primavera piovosa ed umida. E in questo clima a me più congeniale della primavera piena di pollini e della insopportabile calda estate mi sono destata dal mio sonno e rigenerata dopo questo “letargo” di pensieri per riprendere a programmare le prossime settimane. Tolta la polvere e le ragnatele, aperte le finestre per fare entrare la fresca brezza ricca di quel profumo di pioggia, anche il blog torna a ridestarsi!

18768555_10211462860480232_2787849794789722536_o

La pioggia di ieri sera ha rinfrescato l’aria e dato sollievo alle piante dell’orto. Oggi regala gocce di colore; stupende gemme brillanti di preziosa natura.

Permalink Lascia un commento

Review: Lo scontro finale

8 ottobre 2016 at 21:12 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

Lo scontro finaleLo scontro finale by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

Scritto bene, scorrevole come i capitoli precedenti, l’ultimo capitolo della saga ci rivela finalmente tutti quei piccoli dettagli che nei precedenti libri ci erano sconosciuti.
Bellissimo il capitolo finale che conclude la serie di Percy Jackson, forse il più bello dei cinque libri dedicati al giovane mezzosangue. Ogni nodo viene al pettine, la “foschia” si dirada e il destino di tutti si compie; alcune cose sono intuibili ancor prima che l’autore le sveli, ma ciò influisce sulla bellezza della storia e la sua originalità.

voto finale 4 stelline

Piccola nota a margine:
Durante la lettura del capitolo finale, non ho potuto fare a meno di notare le molte similitudini tra la saga di Harry Potter di J.K.Rowling e la saga di Percy Jackson.
Entrambi i protagonisti delle due saghe (Harry e Percy) sono ragazzi coraggiosi, temerari ed istintivi, si trovano spesso nei “guai” per colpa del loro istinto, nonostante la paura affrontano il pericolo e si sentono responsabili del loro destino; cercano di aiutare a tutti i costi gli amici anche a discapito di loro stessi.
Entrambi i protagonisti affrontano più volte la morte, entrambi sono supportati ed aiutati da due amici, la mente brillante (Hermione e Annabeth) e l’amico un po’ sciocco e buffone capace tuttavia di grandi atti eroici nei momenti più impensabili (Ron e Grover).
Crono, così come il Signore Oscuro è così accecati dal proprio rancore e dalla sete di vendetta, da non riuscire a comprendere di essere in parte artefice della sua stessa fine. Le nemesi dei due protagonisti hanno come scopo ultimo la vendetta, la sete di potere e il desiderio di annientare i propri simili e l’umanità e sono così accecati da tutto ciò da non accorgersi di venir traditi dai propri seguaci.
Entrambi i protagonisti (Harry e Percy) sono “vittime” di una profezia che altri indirizzano a loro. Il primo viene “scelto” da Voldemort come sua controparte (anche se la profezia poteva riferirsi a Neville); Percy a sua volta si ritrova coinvolto in quanto Talia sceglie di divenire una cacciatrice per evitare il destino annunciato dalla profezia e Nico viene tenuto al sicuro dallo stesso Ade in modo da risultare più piccolo di Percy (anche se in realtà nato negli anni settanta).
A tutto ciò va aggiunta la capacità di Harry e Percy di rinunciare ad un potere troppo grande e pericoloso, rivelando entrambi una saggezza maggiore di quella della propria età. Il mago sceglie di disperdere la pietra della resurrezione e di spezzare la bacchetta di Sambuco; due oggetti molto potenti che in mano di una persona potrebbero sconvolgere l’equilibro dell’universo mentre Percy rinuncia all’offerta di diventare un Dio, un immortale dai poteri illimitati e mette in guardia l’Olimpo sui comportamenti errati che potrebbero portare ad altri scontri. Tutte somiglianze che accomunano entrambe le saghe ma che le rendono allo stesso tempo diverse ed uniche.

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Review: Percy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – La battaglia del Labirinto

6 ottobre 2016 at 11:04 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

Percy Jackson e gli Dei dell'Olimpo - La battaglia del LabirintoPercy Jackson e gli Dei dell’Olimpo – La battaglia del Labirinto by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

La storia di Percy e amici prosegue nel quarto volume della saga, scorrevole e piacevole da leggere proprio come i tre precedenti. Questa volta i nostri eroi non dovranno solo sconfiggere mostri e affrontare Dei avversi come le precedenti imprese, si cimenteranno in una delle prove più complesse e pericolose del mondo antico: il labirinto del Minotauro, nato dalla mente geniale del famoso Dedalo e lo dovranno fare prima di Luke e della sua armata di Crono….o il campo mezzosangue potrebbe non avere più un futuro.
Tra Dei,mostri, mezzosangue e altre figure mitologiche, Riordan ci regala un altro avvincente tassello della storia che ci avvicina inesorabilmente alla conclusione della saga e ai pericolosi sedici anni di Percy.

La profezia sul figlio di uno dei tre è veramente destinata a prendere forma e realizzarsi grazie/o per colpa del giovane figlio di Poseidone?

voto finale 3 stelline e 1/2

P.s. il dettaglio della profezia, che dovrà compiersi per mano di uno dei figli dei tre, senza però rivelare di che Dio sia effettivamente il figlio, mi ricorda molto la profezia della professoressa Sibilla Cooman che annunciava la fine dell’Oscuro Signore per mano di un bambino, senza però specificare il nome di Harry (e lasciando così la profezia libera di venire esaudita anche da Neville Paciock, anche se poi Voldemort scegliendo Harry lo designa come suo nemico)

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Review: La maledizione del titano

2 ottobre 2016 at 23:04 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

La maledizione del titanoLa maledizione del titano by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

Primo libro della saga di cui non conoscevo la trama, l’ho trovato piacevole ed originale quanto i primi due, incuriosita dagli eventi ho letto il volume tutto d’un fiato.

Ora che anche il terzo volume è concluso posso ammettere che vi è solo un grande difetto nella narrazione della storia: molto spesso Riordan tende a “ripetere” certi dettagli, ricordandoci dettagli ed eventi che conosciamo fin dal primo libro, risultando quindi un filino ripetitivo e scontato in alcuni passaggi narrativi, ma ciò non influisce negativamente sulla storia e la sua originalità.

voto finale 3 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink 1 commento

Review: Il mare dei mostri

2 ottobre 2016 at 09:30 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

Il mare dei mostriIl mare dei mostri by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

Scritto bene, il secondo libro della saga introduce alcuni nuovi personaggi e ne conferma di vecchi. Percy e Annabeth sono alle prese non solo con i soliti problemi dei mezzosangue ma anche con qualcosa di molto più grosso, che rischia di mettere in pericolo l’unico posto al mondo sicuro per loro.
Tra sogni, oracoli, mostri, magia e peripezie varie i nostri eroi impareranno molto da questo pericoloso viaggio nel mare dei mostri.

Anche per il secondo libro vale il discorso, per me, sulla trama già svelata dalla trasposizione cinematografica…almeno per i punti più importanti; ovviamente il libro è di gran lunga più bello, dettagliato e avvincente.

Consigliato a grandi e piccini.

voto finale 3 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Review: Il ladro di fulmini

1 ottobre 2016 at 09:18 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri, Web) (, , , , , )

Il ladro di fulminiIl ladro di fulmini by Rick Riordan
My rating: 4 of 5 stars

Scritto bene, la storia è originale e coinvolgente e per nulla infantile anche se i protagonisti sono in realtà molto giovani ed il libro sia classificato come lettura adatta ai più piccoli.

Sono rimasta piacevolmente colpita dal libro, nonostante io conoscessi già la trama (a causa del film visto qualche anno fa), che si rivela sicuramente molto più bello ed avvincente della sua trasposizione cinematografica.
L’ambientazione moderna che si mescola con i miti degli antichi greci e creature fantastiche che popolano il mondo assieme agli inconsapevoli umani sono un mix di ingredienti vincenti che rendono Percy Jackson e i suoi amici dei perfetti protagonisti, e il libro una vera delizia.
Consigliato non solo ai più piccoli; è sicuramente una lettura adatta a tutti.

voto finale 3 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Review: Hollow City: Il ritorno dei bambini speciali di Miss Peregrine

26 settembre 2016 at 18:42 (Goodreaders, Mely, Recensioni Libri) (, , , , )

Hollow City: Il ritorno dei bambini speciali di Miss PeregrineHollow City: Il ritorno dei bambini speciali di Miss Peregrine by Ransom Riggs
My rating: 5 of 5 stars

Bello quanto il primo, l’ho letteralmente divorato in poche ore senza accorgermene…ora non mi resta che aspettare pazientemente il seguito, sono curiosa di sapere il destino di Jacob e dei suoi amici speciali.

Il personaggio di Caul mi è particolarmente piaciuto e leggendo il suo monologo non ho potuto fare a meno di notare, in quanti passaggi, sia simile ad un altro personaggio da me molto amato. La sua ossessione per la “purezza del sangue degli speciali” e la sua follia nel pensare che il fatto di essere speciali dia diritto alla supremazia sulle persone comuni mi ha riportato alla mente il discorso che Voldemort fa ad Harry in generale ai suoi seguaci sull’importanza di mantenere pura la razza dei maghi e quanto la magia renda tutti loro speciali e quindi di diritto i padroni del mondo.

Voto finale 4 stelline e 1/2

View all my reviews

Permalink Lascia un commento

Next page »